La Ribollita Toscana è davvero una ricetta adatta a tutte le stagioni. Si può gustare calda, fredda, riscaldata, direttamente dal pentolone; insomma, minestra di magro, zuppa di verdura, zuppa di pane, minestrone, minestra di pane.

Molti nomi per la madre di tutte le ribollite, piatto toscano ormai famoso e sulla bocca di tutti!

Quella che vi propongo qui, è la mia versione della Ribollita Toscana. Quella della mia terra!

Ingredienti :

500 g di fagioli cannellini secchi, 2 mazzi di cavolo nero, mezza verza, 3 patate, 3 carote, 2 cipolle, qualche costola di sedano, 1 mazzo di bietola, 2 zucchine, una manciata di piselli, un paio di pomodori maturi, 2 cucchiai di concentrato di pomodoro, un bicchiere d’olio extravergine d’oliva, sale grosso, pepe nero, pepolino; 500 g di pane sciocco.

Preparazione :

I fagioli vanno messi a mollo tutta una notte in acqua tiepida e il giorno dopo, scolati e lessati un paio d’ore a fuoco bassissimo, senza sale e con uno spicchio d’aglio.

Lava e taglia grossolanamente sedano, cipolla, carote, prendi la pentola a pressione, versaci un filo d’olio e fai soffriggere gli odori appena. Aggiungi il concentrato, il cavolo tagliato fine, le patate a tocchi, le altre verdure e fai stufare 10 minuti, sempre mescolando. Aggiungi il brodo dove hanno cotto i fagioli, frullane metà e aggiungi anche quelli, più un pugnello di sale e le foglioline di pepolino. Chiudi il coperchio e cuoci 40 minuti da quando fischia. Se usi una pentola normale ti ci vuole il doppio del tempo. Assaggia e aggiusta di sale.

Ora hai diverse opzioni: mangia questo minestrone così com’è (anche freddo è squisito) con l’aggiunta sempre del resto dei fagioli lessi interi, oppure ci puoi cuocere i paternoster o il riso o, ancora meglio, puoi farci la zuppa, col pane… Affetta il pane, tipo ostia e, in un bel tegamone di coccio, alterna a più strati pane, fagioli lessi, il minestrone e un pizzico di pepe nero. Copri e fai riposare per una mezz’ora o più.

Ultima opzione, la rimetti nel tegame, sul fuoco allegro per 10 minuti, e sempre quando sarà diventata cremosa e il pane spappolato, ecco che ti ritrovi la ribollita – minestra bollita due volte… Semplice no? 1 ricetta? 5 piatti.